CONTRO LO SPRECO DI CIBO DIAMOCI UNA SCADENZA: VERSO UNA CAMPAGNA PER L’EDUCAZIONE ALIMENTARE.

24 November 2014

SOCIALLY CORRECT 2014: LA LOTTA ALLO
SPRECO DI CIBO ILLUSTRATA DAI GIOVANI.
Bologna, mercoledì 3 dicembre ore 16.30
Cubiculum Artistarum – Palazzo
dell’Archiginnasio – Bologna

 

Un anno contro lo spreco, la campagna europea di Last Minute Market che sensibilizza contro lo spreco alimentare, presenta a Bologna la campagna pubblicitaria 2014 promossa dall’Associazione Paolo Ettorre – Socially Correct con la collaborazione di Saatchi&Saatchi a favore del Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare (PINPAS), istituito dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

A Bologna la presentazione della campagna Socially Correct 2014 offrirà l’occasione per una
conversazione dedicata al tema dell’educazione alimentare
, di cui si propone l’introduzione nelle scuole come materia scolastica. Sul tema si confronteranno: Annette Ettore, Presidente dell’Associazione Paolo Ettorre – Socially Correct, con il presidente di Last Minute Market Andrea Segrè, promotore della campagna
europea ‘”Un anno contro lo spreco” e fresco autore dei libri “Spreco” (Rosenberg&Sellier) e “Primo non sprecare” (ebook Corriere della Sera). Di specifiche iniziative promosse per i giovani in tema di educazione alimentare tratteranno il presidente di Alce Nero Lucio Cavazzoni e la responsabile Comunicazione e Corporate Affairs Granarolo Myriam Finocchiaro. Interverrà inoltre il direttore marketing di Poligrafici editoriali Pierluigi Masini, che per l’occasione presenterà l’iniziativa “Cronisti in classe” e la partneship avviata con la campagna di Last Minute Market. Saranno presenti i giovani vincitori di Socially Correct 2014, Ivan Console (Art Director) e Giulia Ricciardi (Copywriter) della Fondazione Accademia di Milano. L’incontro sarà coordinato dalla giornalista Mara Monti, della redazione del Sole 24 Ore, autrice del libro “Cibo criminale” scritto con Luca Ponzi.

Presentata al Festival dei 2Mondi a Spoleto nel luglio 2014, la campagna di comunicazione vincitrice del “Premio Socially Correct 2014” è stata promossa nel ricordo e nel nome di Paolo Ettorre, a lungo amministratore delegato dell’agenzia Saatchi & Saatchi: durante la sua carriera si era sempre distinto per la sensibilità e per il suo impegno nel sociale, facendosi promotore di numerose campagne su temi di rilevanza per la società. Con l’obiettivo di continuare questo impegno, ogni anno l’Associazione Paolo Ettorre  – Socially

Correct bandisce un concorso rivolto a studenti che frequentano corsi didattici nel settore della comunicazione.

Il concorso ha come obiettivo lo sviluppo di una campagna su un tema sociale. La campagna vincitrice dà la possibilità alla coppia creativa che l’ha ideata di effettuare uno stage presso il reparto creativo dell’Agenzia Saatchi & Saatchi. Per l’edizione 2014 l’associazione ha scelto come tema la prevenzione degli sprechi alimentari e ha quindi regalato a PINPAS una campagna interamente progettata e realizzata da giovani studenti delle scuole e Istituti d’Arte italiani. La campagna, che ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull’impatto economico e ambientale generato dallo spreco alimentare domestico, focalizza l’attenzione sulla percentuale degli italiani che dichiarano di sprecare frutta, verdura e formaggi. Il messaggio della campagna, infatti, denuncia che “già al momento dell’acquisto una parte della nostra spesa è destinata a diventare spazzatura“. Inoltre, la campagna invita tutti a scoprire e a mettere in pratica tutti quei piccoli accorgimenti che possono concretamente ridurre lo spreco, piccoli gesti suggeriti dal sito unannocontrolospreco.org.

I dati dell’Osservatorio nazionale sugli sprechi Waste Watcher rivelano che ogni anno le famiglie italiane
buttano via in media 8,1 miliardi di Euro in cibo, pari a circa 0,5% del Pil. Per cercare di limitare questo fenomeno, Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha istituito il Piano nazionale di prevenzione dello spreco alimentare (PINPAS). È il primo piano di prevenzione degli sprechi alimentari di cui l’Italia si sia mai dotata, realizzato grazie ad una task force coordinata dal presidente di Last Minute Market, Andrea Segré.

www.sociallycorrect.it
www.lastminutemarket.it
www.unannocontrolospreco.org