“IL COPYRIGHT E´ UN DIRITTO”

CONCORSO SOCIALLY CORRECT 2009

I partecipanti del concorso Socially Correct 2009 sono stati chiamati a confrontarsi su un tema di grande attualità: il diritto d’autore.

L’obbiettivo del concorso, realizzato in collaborazione con il Festival dei Due Mondi di Spoleto, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della SIAE, era la creazione di una campagna sociale per sensibilizzare il pubblico e in particolare le generazioni più giovani, sulla necessità di tutelare “l’originalità” di un’opera d’arte e di preservare il diritto d’autore – una questione sempre più sentita anche alla luce dello sviluppo della società dell’informazione.

La campagna vincente è stata creata dalla “coppia creativa” FEDERICO CAPELLI, Art Director e TOMMASO ZAGO, Copywriter, studenti dell’Università degli studi di Urbino “ Carlo Bo”, sotto la supervisione del Prof. Fabio Ritter.

campagna_hitchcock

Il concetto della loro campagna “Come sarebbe il mondo senza copyright?” è che il mondo senza copyright sarebbe un mondo dove gli artisti non riuscirebbero a provvedere al proprio sostentamento e quindi si dedicherebbero ad un altro mestiere. L’umanità non avrebbe mai conosciuto i capolavori di molti artisti se questi non avessero avuto le risorse per poter offrire la loro vita all’arte.

La campagna che ritrae Alfred Hitchcock che fa l’idraulico, è stato congeniato con ironia, ammiccando ad un’opera che ha reso famoso il personaggio. Invita a ragionare su come sarebbe stata diversa la vita di Hitchcock se avesse fatto l’idraulico e di conseguenza non avremmo mai potuto vedere i suoi capolavori come “Psycho”.

I vincitori del concorso sono stati premiati con uno stage di sei mesi nel ruolo di Art Director e Copywriter presso il reparto creativo dell’Agenzia Saatchi & Saatchi nella sede di Milano.

Leggi la testimonianza dei vincitori.